Abbonati
Per viaggiare nelle località turistiche italiane
Contattaci al: +39 0984 795523

Vacanze in Basilicata

Vacanze Basilicata

matera, sassi, panorama, notturno, basilicata,

Idee per organizzare le vacanze in Basilicata

Vacanze in Basilicata. Si narra di un popolo in marcia verso Sud che, scorgendo d’un tratto una terra dalla quale si alzava il sole, la chiamò “Terra della Luce”. Un nome di battesimo che nel tempo si è evoluto, nelle lingue latina e greca, nel toponimo Lucania. È questa l’altra denominazione della Basilicata, splendida terra del Meridione d’Italia ritagliata fra la Campania e la Puglia, fra la Calabria ed i mari Tirreno e Ionio.

Monti, colline, zone pianeggianti, laghi e fiumi disegnano la Basilicata, questo spicchio di mondo baciato dal sole in cui s’alternano i paesaggi più diversi. Dalla Piana di Metaponto alla collina materana d’argilla brulla, dalla Val d’Agri alle foreste del Pollino e del Lagonegrese, dalle Dolomiti lucane alle viti del Vulture fino alle coste basse e sabbiose affacciate sullo Ionio e a quelle alte e rocciose del litorale tirrenico è tutto un alternarsi di facce differenti della stessa regione. Questa varietà permette di vivere un soggiorno estremamente ricco di spunti e di suggestioni, all’insegna della storia e della cultura oppure del divertimento in spiaggia o ancora dell’escursionismo montano e dello spasso sulle piste da sci.

Le città d’origine greca di Metaponto, Policoro, Nova Siri, quelle di epoca romana di Grumento e Venosa, i centri medievali di Valsinni, Tricarico, Melfi e Miglionico ed i celebri Sassi di Matera sono le destinazioni d’obbligo di un unico, interessantissimo itinerario storico e culturale in Basilicata. E sono i Sassi materani a meritare una menzione particolare.

Vuoi visitare la Lucania? Guarda per Offerte Vacanze Basilicata.

Matera: Patrimonio dell’Umanità Unesco.

Patrimonio dell’Umanità Unesco dal 1993, rappresentano il primo sito ad aver ottenuto tale riconoscimento nell’Italia meridionale. Vivono da secoli nel cuore del centro storico della città, testimoni a partire almeno dal Paleolitico di innumerevoli esistenze che si sono svolte in questo rione pietroso, com’è stato definito. Alcuni reperti qui ritrovati sono fatti risalire al XIII millennio a. C., ma non solo: se si fa eccezione per lo sfollamento indotto degli anni Cinquanta, molte delle abitazioni sono state occupate senza soluzione di continuità dall’età del bronzo. Nella città definita da Corrado Alvaro “bellissima, pittoresca e impressionante” è inoltre da vedere il Convento di Sant’Agostino; nella provincia imperdibili l’Abbazia di Santa Maria La Sanità del Casale e rione Dirupo a Pisticci, la Torre Normanna di Tricarico, il Santuario di Santa Maria Regina di Anglona ed il Convento di San Francesco d’Assisi a Tursi. Anche il comprensorio di Potenza, il capoluogo di regione che detiene il primato di essere il più alto d’Italia, possiede bellezze notevoli.

La città vanta la Cattedrale di San Gerardo ed innumerevoli chiese – l’una più interessante dell’altra – come quelle intitolate a San Francesco, San Michele Arcangelo, Santa Maria del Sepolcro, San Rocco; altrettanti palazzi storici, come Palazzo di Città, Loffredo, Bonifacio, Pignatari; ed ancora piazze,  larghi, vicoli che trasudano storia. Nella provincia spiccano Lagonegro con la Chiesa di Sant’Anna, Rivello col suo caratteristico abitato a gradoni, Acerenza con la sua Cattedrale, Ripacandida con il Santuario di San Donato e Tolve con quello dedicato a San Rocco, Venosa con l’Abbazia della Santissima Trinità, Maratea con il Castello di Castrocucco.

Maratea. Importante e rinomata località turistica sul mar Tirreno.

Quest’ultima cittadina rappresenta inoltre una delle mete del turismo balneare più ricercate, l’unica della Basilicata ad affacciarsi sul Tirreno, su cui domina l’imponente statua del Redentore, una delle sculture più alte del mondo. Dall’altra parte, sullo Ionio, brillano Pisticci, Scanzano Jonico, Policoro, Nova Siri, Rotondella, Metaponto. Sull’onda del successo del film “Basilicata Coast to Coast” è diventato un rito attraversare la regione da un litorale all’altro: una pratica che consente di scoprirne i segreti e conoscerne il fascino più profondo. Chi preferisce le altitudini trova pane per i suoi denti nel Parco nazionale del Pollino, dove è possibile praticare turismo montano ed escursionistico, e nel comprensorio del Monte Sirino, meta prediletta dagli sciatori.

Organizzare una vacanza in Basilicata offre tanti spunti di svago anche ai turisti più esigenti.

Guarda per Offerte Vacanze Basilicata.

Lascia un commento