Abbonati
Per viaggiare nelle località turistiche italiane
Contattaci al: +39 0984 795523

Vacanze a Bologna

Vacanze a Bologna

vacanze a bologna,

Idee per organizzare le vacanze a Bologna

Le vacanze a Bologna, la città “grassa, dotta e rossa”…

Vacanze a Bologna. Città dell’arte, della musica, ma anche della politica e della chiesa. Qui, tra gli altri, sono nati Lucio Dalla, Luca Carboni, Dodi Battaglia, Stefano Accorsi, Raffaella Carrà, Alberto Tomba, Gino Cervi, Pupi Avati, Giorgio Morandi e Guglielmo Marconi. Ma anche quattro papi: Benedetto XIV, Gregorio XIII, Gregorio XV e Innocenzo IX. Questa è Bologna: luogo in cui coesistono mille elementi, in una pacifica convivenza che pone al centro l’essere umano con le sue aspirazioni e con le sue aspettative. Forse è per questo motivo che a Bologna si vive bene e si mangia ancora meglio.

Il capoluogo emiliano è famoso per le sue torri e per i suoi portici. Quest’ultimi si estendono per oltre trentotto chilometri nel solo centro storico. Grazie alle passeggiate coperte l’aggregazione tra i giovani che frequentano una tra le università più prestigiose del mondo, la cui nascita è stata fissata convenzionalmente al 1088, è resa ancora più facile. Molti di questi camminamenti che proteggono dalla pioggia e dalla neve nel corso dell’inverno convergono verso piazza Maggiore, meglio nota come piazza Grande, grazie ad una delle più belle canzoni di Lucio Dalla.

vacanze a bologna, palazzo, podestà,

In questo spazio, immenso e colorato ad ogni ora del giorno e della notte grazie alla presenza di turisti e visitatori, si trovano alcuni tra i monumenti più importanti che si devono visitare durante le vacanze a Bologna: l’imponente Basilica di San Petronio costruita tra il 1390 ed il 1659 per volere del comune con fondi pubblici, ma anche l’incantevole Fontana del Nettuno, opera del Giambologna, e poi il Palazzo Comunale, quello del Potestà e il duecentesco Palazzo Re Enzo. Da non perdere la chiesa di San Francesco ed il complesso di Santo Stefano, più conosciuto con il nome di “sette chiese” per la presenza di numerose cappelle collegate da un cortile e da un chiostro. Di pregio anche la Cattedrale di San Pietro, la Basilica di Santa Maria dei Servi che ospita alcune opere del Cimabue, la chiesa di San Giacomo Maggiore e di Santa Maria della Vita che custodisce le “terrecotte delle Marie Piangenti” realizzate da Niccolò dell’Arca. Infine sul colle della Guardia si trova il Santuario della Madonna di San Luca. La particolarità di questo luogo di culto, amatissimo dai bolognesi, è che si raggiunge camminando sotto un lunghissimo portico, lungo poco meno di quattro chilometri e dotato di ben 666 archi.

Tornando alle torri, non si possono non menzionare quelle di origine medievale che secondo alcuni storici sarebbero state più di centottanta. Le tracce di questa ricchezza architettonica esistono ancora oggi: sono diciassette infatti le torri che ingentiliscono il panorama della città. Tra queste da visitare la torre Azzoguidi, la Prendiparte, la Garisenda e naturalmente la torre degli Asinelli. Le ultime due sono il simbolo di Bologna. Della più pendente, quella della Garisenda, parla Dante Alighieri nella Divina Commedia (Inferno, XXXI, 136-140).

vacanze a bologna, torri, asinello,
vacanze a bologna, panorama,
vacanze a bologna, statua, nettuno,

All’inizio del nuovo millennio la città è stata dichiarata Capitale europea della cultura e qualche anno dopo le è stato conferito dall’Unesco il titolo di “Città creativa della musica”. A conferma del prestigioso titolo ottenuto, sempre l’Unesco ha riconosciuto il coro dell’Antoniano (che organizza lo Zecchino d’Oro) “Patrimonio per una cultura di pace”.

Questa continua ricerca del sapere si manifesta anche nei tanti musei presenti in città, quando si trascorrono le vacanze a Bologna è possibile visitare le Collezioni comunali d’arte, il Museo civico archeologico, quello medievale, la Pinacoteca nazionale, il Museo Morandi e la casa del Carducci.

La cultura popolare ha sempre descritto il capoluogo dell’Emilia Romagna con tre aggettivi: “grassa”, “dotta” e “rossa”. Grassa per cucina, dotta per la presenza dell’Università e rossa per il colore degli edifici del centro storico, fabbricati con i mattoni prodotti a loro volta con la terra delle colline che assumeva questa particolare colorazione.

Ci sono tanti motivi che attraggono i turisti che vogliono organizzare le vacanze a Bologna.

Per chi vuole avere idee di viaggio per visitare la regione ecco la pagina delle vacanze in Emilia Romagna.



Prenota Hotel a Bologna

Cerca hotel

Destinazione
Data di arrivo
Data di partenza



Iscriviti alla Newsletter

Inserisci solo il nome, es.: Maria. (richiesto)

La tua email (richiesto)

Ho letto la Privacy e accetto termini e condizioni d'uso.

Ho letto la vostra informativa sulla privacy e do il consenso al trattamento dei miei dati personali per l'invio, mediante posta elettronica, di informazioni su servizi e attività di web marketing.

captcha



Vacanze a Bologna 4 novembre 2013