Abbonati
Per viaggiare nelle località turistiche italiane
Contattaci al: +39 0984 795523

Siena

Siena

Vacanze a Siena

Il Palio, la Piazza del Campo e la Fontana. Tre fra le cose più belle di Siena dimorano nella centralissima Piazza del Campo: dalla tradizionale forma a conchiglia che irradia tutta la città, conserva ancora oggi l’antico impianto medievale, ricordando ai frequentatori moderni uno stile di vita che oggi è possibile scoprire soltanto nei libri di storia.

Ma la magia di Siena consiste proprio nel rincorrere il futuro con il passato.

Siena, la Piazza del Campo, Palazzo Pubblico, Torre del Mangia.

Siena: Piazza del Campo, Palazzo Pubblico e Torre del Mangia.

La singolar tenzone tra le contrade, meglio nota come Palio, non è soltanto l’osservanza rituale di una tradizione, ma anche un’attrattiva turistica unica al mondo. Amato o odiato, una cosa è certa: di fronte al fluire delle criniere dei cavalli ed alla foga dei contradaioli non si può rimanere impassibili.

Il calore ed il colore conquista chiunque e viene quasi voglia di prender casa per rivivere ogni volta queste intense emozioni.

Il Palio di Siena si svolge due volte l’anno: il 2 luglio ed il 16 agosto.

E poi c’è Fonte Gaia, la più importante fontana pubblica della città, situata proprio in piazza del Campo.

Deve il suo nome alla gioia che i senesi provarono nel 1346 nel vedere sgorgare l’acqua in quella che non era una semplice piazza, ma il cuore della città. Fonte Gaia favorì la socializzazione e gl’incontri e ancora oggi in molti si chiedono quanti sono gli amori nati “allo zampillar dell’acqua chiara”.

La bellezza di Siena è immensa. Nel 1995 il centro storico, perfettamente conservato e interdetto al traffico veicolare, è stato dichiarato dall’Unesco Patrimonio dell’Umanità.

Sempre su Piazza del Campo si affaccia il Palazzo Comunale che per antica convenzione non è incluso in nessuna delle diciassette contrade in cui è suddivisa la città: Aquila, Bruco, Chiocciola, Civetta, Drago, Giraffa, Istrice, Leocorno, Lupa, Nicchio, Oca, Onda, Pantera, Selva, Tartuca, Torre e Valmontone.

Il Palazzo Comunale, chiamato anche Palazzo Pubblico, è stato costruito tra il 1297 ed il 1310 dal cosiddetto “Governo dei Nove”. Al suo fianco si erge alta e maestosa la Torre del Mangia, considerato il campanile laico della città. Raggiunge i 102 metri di altezza se si considera anche il parafulmine.

Secondo lo storico Ranuccio Bianchi Bandinelli, “la Torre del Mangia, pur partendo da una levatura del terreno più bassa, raggiunge la stessa altezza del campanile del Duomo, a simboleggiare il raggiunto equilibrio tra il potere celeste e quello terreno, senza che nessuno dei due superi e si imponga sull’altro”.

Ai piedi della Torre del Mangia sorge un altro splendido monumento: la Cappella di Piazza. È un tabernacolo marmoreo fatto edificare nel 1352 per ringraziare la Vergine Maria che quattro anni prima aveva protetto la città da una terribile epidemia di peste nera.

Suggestivo il Duomo, la Cattedrale di Siena è dedicata a Santa Maria Assunta, in perfetto stile tardo romanico-gotico. Al suo interno ci sono opere di molti artisti famosi, tra i quali Donatello, Pisano e Arnolfo di Cambio. Una delle sue principali attrattive è il pavimento in marmo.

Proseguendo in questa visita tra arte, storia e architettura è assolutamente obbligatorio soffermarsi davanti alla “Maestà” di Duccio di Buoninsegna. Si tratta della pala dell’altare del Duomo, realizzata tra il 1308 e il 1311, una delle pietre miliari dell’arte prerinascimentale italiana. Attualmente è custodita nel Museo dell’Opera Metropolitana.

A Siena ogni pietra esprime conoscenza. I palazzi nobiliari, le chiese ed i campanili, le ville, i musei e le costruzioni militari sono soltanto alcune delle tappe possibili da compiere.

Da non perdere il Battistero di San Giovanni, la Chiesa della Santissima Annunziata, di San Domenico, di San Francesco e di Santo Spirito, l’Oratorio di San Bernardino, il Santuario e la casa di Santa Caterina, le Logge del Papa e quella della Mercanzia. Insomma l’unica certezza quando si lascia la città toscana è che ci sia sempre qualcos’altro da vedere.

Se cerchi un parcheggio a Siena per visitare il suo centro storico: clicca qui.

Prenota Hotel a Siena

Cerca hotel

Destinazione
Data di arrivo
Data di partenza



Iscriviti alla Newsletter

Inserisci solo il nome, es.: Maria. (richiesto)

La tua email (richiesto)

Ho letto la Privacy e accetto termini e condizioni d'uso.

Ho letto la vostra informativa sulla privacy e do il consenso al trattamento dei miei dati personali per l'invio, mediante posta elettronica, di informazioni su servizi e attività di web marketing.

captcha


Siena 11 dicembre 2014