Abbonati
Viaggi e Vacanze in Italia. Promozione località e attività turistiche italiane.
Contattaci al: +39 0984 795523

Siena – Piazza del Campo

Siena – Piazza del Campo

La Piazza del Campo è nota in tutto il mondo per il Palio delle Contrade di Siena.

La Piazza del Campo di Siena sorge su un pendio naturale ed è uno dei più incantevoli siti urbani del medioevo in Italia.

L’evento simbolo che affascina e attira viaggiatori e turisti da tutte le parti del mondo è certamente il Palio di Siena, la storica disputa a cavallo tra le contrade senesi.

siena, piazza del campo,

L’epoca di massimo splendore e partecipazione artistica di Siena è tra il XIII e XIV secolo.

Fu allora che divenne libero comune e avvertì l’esigenza di progettare uno spazio pubblico di rappresentanza per il potere civile, stabilendo una relazione organica tra la sede delle magistrature e la cittadinanza: la Piazza del Campo.

L’aspetto della piazza del Campo fu definito dalla costruzione di un muro di divisione tra l’area del Campo e quella adiacente dell’odierna piazza del mercato.

Proprio a ridosso del muro venne edificato il Palazzo Pubblico, il quale chiude a valle l’emiciclo a valva di conchiglia che caratterizza la forma della piazza del Campo.

Successivamente, lo stesso, viene ad essere circondato dalle residenze private delle famiglie importanti di Siena: Palazzo Chigi Zondolari, Palazzo Sansedoni e il Casino dei Nobili.

La pavimentazione al centro della piazza del Campo è sagomata da mattoni disposti a spina di pesce, collocati a intervallo con nove strisce di travertino disposte a raggiera per richiamare il Governo dei Nove, periodo di massimo splendore e prosperità della città.

Fonte Gaia

Nel 1409 viene commissionata a Jacopo della Quercia, scultore italiano di origine senese (ma non v’è certezza di questo, per via del suo epiteto “della Quercia”, potrebbe essere nato nella vicina Quercegrossa), la realizzazione del bacino marmoreo della Fonte Gaia, grande opera dedicata all’arredo urbano della piazza e posta sul lato opposto del Campo (oggi è sostituita da una sua copia).

Negli Statuti comunali del 1262 si leggono le disposizioni che deliberano di rendere accessibili i dodici sbocchi alla Piazza del Campo

Qualche anno dopo, nel 1297, si impone che i prospetti degli edifici che vi si affacciano abbiano solo finestre a bifora, “colonnelli”, e siano senza balconi, ciò per mantenere lo stile in sintonia con quello del palazzo comunale.

Si è stabilita così quell’armonia che rende la Piazza del Campo un esempio di urbanistica medievale sia in Italia che in Europa.

Se ti interessa conoscere meglio la regione organizza un viaggio o le vacanze in Toscana.

1 commento

Lascia un commento