Abbonati
Per viaggiare nelle località turistiche italiane
Contattaci al: +39 0984 795523

Organizzare le vacanze in Sardegna

Organizzare le vacanze in Sardegna

Quest’anno, mentre date un’occhiata nella sezione “offerte mare italia” dei siti di viaggio da voi più spesso frequentati, riflettete sulle vostre vacanza in Sardegna. Perchè visitare la Sardegna? Perchè è quanto c’è di più simile al desiderio di ciascuno di noi di veleggiare verso un’isola tranquilla, con paesaggi da sogno in cui uno può rilassarsi, divertirsi, acculturarsi. Perchè ci sono delle spiagge così belle da lasciarvi senza parole, perchè è una terra ricca di cultura e di luoghi interessanti. Dunque se siete rimasti sempre affascinati dalla Sardegna stavolta non potrete mancare l’occasione di visitarla. Per quanto riguarda l’organizzazione delle vostre vacanze in Sardegna vi aiutiamo noi, con i nostri consigli.

sardegna

 

Quale mezzo scegliere per arrivare in Sardegna?

Le vostre vacanze in Sardegna iniziano con il viaggio che dev’essere il più confortevole possibile. Potete scegliere fra nave ed aereo. Per quanto riguarda gli aeroporti si trovano a: Cagliari, Olbia, Alghero Tortoli. Le tratte sono gestiste da: Alitalia, Air One, Ryanair e Easyjet. Se partite da Napoli l’unica compagnia che gestisce la tratta e la Meridiana e gli orari sono alquanto scomodi.

Se avete paura di volare non vi resta che la nave. I porti situati in: Cagliari, Porto Torres, Olbia, Golfo Aranci (Olbia), Arbatax collegano la Sardegna con le principali città che si affacciano sul mare. Da Genova potrete optare per la compagnia Grimaldi che ha delle navi molto comode, da Roma la Corsica Ferries, Moby e Tirrenia, mentre da Napoli potete partire esclusivamente con la Tirrenia che ha sostituito le vecchie navi con mezzi più moderni, la frequenza è di una partenza alla settimana per un totale di 18 ore di viaggio.

Dove alloggiare durante le vacanze in Sardegna?

Naturalmente per le vostre vacanze in Sardegna, in tema di alloggio, potete scegliere fra le diverse opzioni quale sia la più comoda per voi. Dunque fra: hotel, B&B ed appartamenti privati (sovente affittati in modalità B&B ma con tutto il comfort del poter gestire i propri pasti autonomamente con conseguente risparmio). Prima di prenotare l’albergo informatevi su quanto dista dai luoghi che v’interessano e se ospita animali o meno (nel caso viaggiate con cane/gatto al seguito).

Quando partire per la Sardegna?

Il clima è mite praticamente tutto l’anno ma si consiglia il periodo che va da giugno ad agosto se amate il caldo e l’estate; mentre se la canicola (parliamo di superare i 40°) vi atterrisce si consiglia aprile-giugno oppure settembre.

Quale destinazione scegliere?

Fondamentale è scegliere la destinazione prima d’imbarcarvi per le vostre vacanze in Sardegna. Siete amanti del trekking e della natura? Allora preferite le zone di Nuoro, Gennargentu, Iglesiente. Siete dei tipi da spiaggia? Tutta la costa dal nord al sud, i luoghi più belli li trovate alla Maddalena, a Villasimius, sul Golfo di Orosei, sul Golfo di Oristano e nel Golfo Cagliaritano. Non amate i luoghi esclusivi? Allora preferite il sud Sardegna, se invece volete avvistare qualche vip dirigetevi a nord. Prediligete le curiosità, i siti archeologici, le belle città? Ecco le vostre destinazioni: Barumini, Orgosolo, Mamoiada, Alghero, Bosa, Carloforte, Sant’Antioco e Cagliari.

Cosa mangiare in Sardegna?

Come primo si consigliano i malloreddus rossi con salsiccia, deliziosi. Si consiglia di assaggiare tutto ciò che nuota ed ha le pinne: dalla murena, ai ricci di mare, alla capra di mare, alla zuppa di pesce, ai ghiozzi. Ottima la fregola, tipica pasta sarda, condita con i crostacei. Se non disdegnate la carne, o la preferite al pesce, non perdetevi gli arrosti: capretto, agnellino e maialino. Ottima la pecora, da gustare arrosto o in zuppa. Il tutto accompagnato dal pane tipico sardo: il carasau (se è possibile cercate un posto dove lo si faccia a mano in modo da vedere la curiosa cottura) ed un bicchiere di vino tipico, il cannonau ed un bel pezzo di pecorino molto stagionato. In ultimo concedetevi un dolce: pardulas, piricchittus, guefus, ciambelline o i dolci con il mosto “sapa” ed un bicchierino di Fil’e ferru, tradizionale grappa sarda.

Cosa mettere in valigia?

Prima: Vestiti leggeri, infradito, scarpe da trekking, spray antizanzare, macchina fotografica crema solare e voglia di divertirsi. E’ sempre utile portarsi una felpa leggera per l’entroterra, specie se non è piena estate.

Dopo: fra i tanti souvenir si consigliano gli oggetti in sughero, le magliette spiritose, vini, liquori e le riproduzioni dei bronzetti.

Buone vacanze!

 

Lascia un commento