Scopri tanti bellissimi luoghi poco conosciuti da visitare in italia

La nostra selezione di bellissimi luoghi poco conosciuti da visitare in italia, dedicata a turisti e viaggiatori che vogliono conoscere ed esplorare nuove mete turistiche italiane mai viste prima.

Bellissimi luoghi poco conosciuti da visitare in italia

Rocca Matildea di Bazzano

Rocca Matildea di Bazzano
Nell’Appennino a sud-ovest di Bologna ha sede Bazzano, dominata dall’imponente Rocca dei Bentivoglio (o Matildea).

Le origini della Rocca risalgono a data incerta, ma sicuramente anteriore al Mille (all’epoca quindi dell’incastellamento in Emilia Romagna).

L’aspetto attuale del fortilizio risale però all’epoca rinascimentale, quando Giovanni II Bentivoglio lo trasformò in “delizia” signorile destinata alle vacanze in campagna.

Alla metà del ‘400 infatti, quando le nuove tecniche di assedio e l’utilizzo delle armi da fuoco resero obsolete le strutture della Rocca, fu Giovanni II Bentivoglio a riceverla in dono.

(Immagine scaricata da Pinterest)

Continua a leggere


Palmanova – Città di fortezza

Palmanova
Palmanova, città di fondazione, situata in Friuli, ha una precisa data di nascita: 7 ottobre 1593.

Tale data fu scelta dai rappresentanti della Repubblica di Venezia in quanto ricordava due eventi importanti nella storia della repubblica.

Il primo, di carattere religioso, era la ricorrenza di Santa Giustina, che diventerà Patrona della nuova città.

Il secondo, di carattere civile, era l’anniversario della vittoria di Lepanto sui Turchi il 7 ottobre 1571.

Con la scelta di quest’ultimo avvenimento la Serenissima voleva lanciare un messaggio inequivocabile sulla funzione della nuova fortezza quale argine alle invasioni ottomane, non solo della Repubblica ma dell’intera cristianità.

Palmanova rimase per più di duecento anni sotto il dominio della Serenissima (1593-1797), fino a quando il generale Bonaparte la conquistò.

Dopo il trattato di Campoformido la fortezza entrò nell’orbita dell’impero austriaco (1798-1805), per poi venire inserita, a seguito di conquista, nel Regno d’Italia (1806-1814).

(Foto scaricata dal sito)

Continua a leggere


Tempio del Valadier

Tempio del Valadier - Uno dei bellissimi luoghi poco conosciuti da visitare in italia
Tra i bellissimi luoghi poco conosciuti da visitare in italia, sul versante sinistro della Gola di Frasassi, si apre un vasto fornice nel quale è collocato l’Eremo di Santa Maria Infra Saxa.

Le carte del monastero di San Vittore lo citano in documenti del 1029 e che un tempo era associato a un monastero di monache benedettine denominato “Monasterium S. Mariae Bucca sassorum”, posto sul vicino Monte Ginguno e di cui si è persa ogni traccia.

Nato come oratorio, l’edificio fu poi utilizzato come monastero di clausura retto dalle monache benedettine.

E’ caratterizzato da un’architettura semplice, in pietra il cui interno è in parte scavato nella viva roccia.

Nell’eremo si venerava un’immagine lignea della Madonna, dalle origini incerte, che subì numerosi tentativi di trafugamento.

Finita accidentalmente bruciata negli anni Quaranta, fu poi sostituita da quella attuale in pietra.

Il tempio del Valadier è una chiesa di Genga, nelle Marche, che papa Leone XII fece costruire, nel 1828, sulla base di un progetto stilato dall’architetto Giuseppe Valadier.

(Foto dal web)

Continua a leggere


Castello di Gargonza

Castello di Gargonza
Il Borgo Castellano di Gargonza risale al XIII° secolo ed è un’autentica perla della Toscana, assolutamente uno dei bellissimi luoghi poco conosciuti da visitare in italia.

Nel 1304 Dante Alighieri, arrivò a Gargonza, castello fortificato lungo la strada tra Arezzo e Siena.

Di proprietà degli Ubertini, nel 1285 Gargonza fu conquistata dagli Aretini e poi venduta ai Senesi per 4000 fiorini, passò definitivamente in mano ai Fiorentini nel 1307.

Nel XV secolo Gargonza è una comunità che sfrutta i boschi e produce la lana, secondo uno statuto datato 1440.

Dalla Signoria di Firenze passò nel 1546 ai Marchesi Lotteringhi della Stufa e poi nel 1696 ai Marchesi Corsi predecessori degli attuali proprietari.

Nel XVIII secolo nasce una fattoria organizzata che ha come centro il borgo con la Torre trecentesca.

Dopo l’esodo rurale avvenuto a partire dagli anni’30, il Conte Roberto Guicciardini Corsi Salviati iniziò l’opera di recupero e trasformazione del borgo con il desiderio di non vederla morire.

Si trattava di un recupero che privilegiasse la conservazione delle strutture lasciando intatto quel valore aggiunto di genuinità custodito nelle case di Gargonza.

(Foto: Arezzo Photo by @therusticnomad)

Continua a leggere


Monastero benedettino di Subiaco

Monastero benedettino di Subiaco
Incastonato come una gemma nella parete rocciosa del Monte Taleo, in prossimità di Subiaco, vicino Roma, il Santuario del Sacro Speco da quasi mille anni custodisce uno dei luoghi più significativi della spiritualità benedettina.

La grotta in cui all’inizio del VI secolo il giovanissimo San Benedetto da Norcia visse da eremita, seguendo l’esempio dei padri anacoreti.

Attraverso il periodo di solitudine trascorso in questo luogo aspro e selvaggio, San Benedetto poté maturare quel carisma e quella spiritualità che in pochi anni lo portarono a fondare le prime comunità monastiche lungola valle del fiume Aniene: l’embrione da cui si sarebbe sviluppato l’intero monachesimo occidentale.

Ancora oggi, seppur circondata da straordinari capolavori architettonici e artistici sedimentati nei secoli, la grotta conserva il senso autentico della fuga mundi di San Benedetto, fondamento di ogni scelta di vita monastica.

La Grotta di San Benedetto divenne luogo di culto già a partire dal VI secolo, e le più antiche testimonianze artistiche risalgono all’VIII secolo. A partire dalla seconda metà dell’XI sec. ha inizio l’evoluzione della struttura che conosciamo oggi, contraddistinta dal sorprendente equilibrio fra l’elemento umano e quello naturale, fra l’architettura e la roccia.

Oggi il Monastero si compone di due chiese sovrapposte e di molteplici cappelline che seguono l’andamento della parete di roccia a cui la struttura è addossata.

La chiesa inferiore custodisce il tesoro spirituale del Monastero: la citata Grotta in cui San Benedetto spese i suoi tre anni di vita eremitica.

(Foto dal web)

Continua a leggere


Vallo di Nera

Vallo di Nera, tra i bellissimi luoghi poco conosciuti da visitare in italia
Siamo nella Valnerina, in Umbria, il luogo ha origini romane, ma il territorio (IV-II sec. a.C.) era già abitato dai Naharci (dal fiume Nahar ovvero il Nera) di probabile origine celtica.

Nel IV secolo, la curtis longobarda di Vallo apparteneva al ducato di Spoleto. Nel 1217, Spoleto concesse a Vallo l’edificazione del Castello, dando vita così all’attuale assetto urbanistico.

Era nel 1522-23 il condottiero Pietrone da Vallo, a capo di una coalizione dei castelli della valle, insorse contro Spoleto, ma finì bruciato.

Alla rovinosa sconfitta seguì anche una depredazione da parte dei Lanzichenecchi.

Il castello di Vallo risorse poco dopo, come dimostra un affresco di Jacopo Siculo che rappresenta la città integra e fiorente.

Il riferimento al Nera, nel nome, fu aggiunto solo dopo l’Unità d’Italia.

(Foto dal web)

Continua a leggere


Continueremo ad aggiornare questo post, ti invitiamo a ritornarci se vuoi conoscere tanti luoghi bellissimi sconosciuti da visitare in Italia. 🙂


Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.