Abbonati
Per viaggiare nelle località turistiche italiane
Contattaci al: +39 0984 795523

Assicurazione Viaggi

Assicurazione Viaggi

Organizza il tuo viaggio o la tua vacanza in sicurezza

Assicurazione Viaggi: un fattore da non trascurare per viaggiare sicuri. Se ci si organizza per un bel viaggio, non siamo obbligati a stipulare una polizza assicurativa. Certo è che se si inizia a pensare agli inconvenienti, forse è bene ragionare sulle tutele.

Forse oggi non si parte più “alla ventura” per mete sconosciute come si faceva secoli fa; sembra che la prima polizza assicurativa per un viaggio in Italia sia stata stipulata nel 1343, esattamente il 13 febbraio, almeno a contare dal documento di un notaio di allora esposto alla mostra allestita in questi giorni a Milano in via Rugabella dalla Fondazione Mansutti.

Nel caso in cui si acquistino pacchetti organizzati, la polizza è invece obbligatoria, così come lo è se si vuole visitare paesi particolari.
Ma come assicurare un viaggio?

Prima di partire è bene innanzitutto chiedere delucidazioni al proprio tour operator circa le coperture assicurative, sulla Compagnia assicurativa alla quale ci si affida e quale tipo di polizza si attiva per viaggiare sicuri.

La polizza sanitaria

assicurazione viaggi,vacanze sicure,

Se si decide al contrario di organizzare da soli la vacanza, ci sono paesi e situazioni nei quali avere un’assicurazione di copertura è meglio. Capita ad esempio per  viaggi in Paesi a rischio sanitario (colera, malaria, febbre gialla), per viaggi sportivi e per viaggi avventura. La copertura sanitaria, poi merita un capitolo a parte, perché in alcuni Paesi è addirittura obbligatoria.

Cuba ad esempio è uno di questi: il governo cubano ha stabilito che per entrare nel Paese dal 1° maggio del 2010 è obbligatorio avere un’assicurazione di viaggio. Una scelta che sarebbe meglio fare da casa con tutta calma, anche perché non tutte le assicurazioni sono valide per entrare nel Paese.

In Europa invece non è obbligatoria ma è vivamente consigliata: la Commissione europea ad esempio, ha espresso “preoccupazione” perchè alcuni ospedali spagnoli hanno rifiutato di accettare la Tessera Sanitaria Europea, negando l’assistenza medica gratuita ai turisti europei. In questi casi, avere un’assicurazione medica di viaggio privata, può risultare di grande aiuto togliendoci da situazioni decisamente difficili.

Molti italiani, ad esempio, stipulano un’assicurazione prima di andare negli Stati Uniti, dove l’assistenza sanitaria per gli stranieri non è gratuita e anche un piccolo inconveniente potrebbe tradursi in un esborso di dollari non indifferente. Quindi, prevedere di stipulare una assicurazione viaggi è una buona cosa.

A questo proposito è importante sapere che alcuni paesi hanno stabilito accordi in tema di salute, tra questi ci sono l’Italia, l’Australia, la Nuova Zelanda, il Regno Unito, la Svezia, la Norvegia, la Finlandia e l’Olanda. Tutte le informazioni possono essere chieste nelle rispettive ambasciate.

I tour operator

Il Tour operator è obbligato ad una polizza rc verso il viaggiatore che copra i danni alla persona o alle cose, ma può coprire il proprio contratto con assicurazioni che comprendano anche il rientro anticipato del turista per cause di emergenza (anche in caso del fallimento del tour operator!).

In aggiunta al cliente possono essere proposte assicurazioni aggiuntive per coprire inconvenienti come il rimborso delle penali in caso di annullamento del viaggio per motivi di salute. Su questo bisogna leggere attentamente il contratto perché il tour operator o l’agenzia di viaggi sono responsabili solo nell’ambito degli obblighi contrattuali per problemi non causati direttamente da loro.

Quali imprevisti

E’ vero che occorre essere sempre positivi, soprattutto se si sta organizzando un viaggio, ma è vero anche che prevenire situazioni incresciose aiuta molto. Le domande alle quali rispondere sono poche, ma essenziali.

  1. I miei bagagli sono assicurati? Se la risposta è si, occorre verificare il livello di copertura e quali effetti. Se ad esempio vale anche per il furto o per lo smarrimento.
  2. Se il volo viene cancellato? La polizza può includere il risarcimento nel caso in cui sia impossibile partire.
  3. Se la compagnia aerea o l’agenzia di viaggi fallisce? Previste polizze anche nel caso in cui le società di servizio che hai già pagato sia fallita.

Non bisogna pensare negativo, basta solo valutare bene che tipo di vacanza si vuole intraprendere, una assicurazione viaggi cucita su misura potrebbe essere un buon motivo per viaggiare sicuri e più tranquilli.

Lascia un commento